virtualizzazione

Backup Exec 2014, un unico strumento per ambienti ibridi

27 giugno 2014 – La crescita esponenziale dei dati attuale e prevista, da un lato crea opportunità immense, dall’altro pone nuove sfide. Tra queste il difficile compito di capire come effettuare il backup delle informazioni e delle attività su piattaforme sparse, quali ambienti fisici e virtuali, in combinazione con la proliferazione dei dati non strutturati, ciò associato a un budgt IT in continua riduzione. I metodi tradizionali non incontrano necessariamente le esigenze e le richieste degli attuali dipartimenti IT.

Symantec per rispondere a questi nuovi problemi ha rilasciato Backup Exec 2014.

E’ passato diverso tempo dal lancio della nostra ultima soluzione in questo ambito, quasi due anni”, racconta Alessio Di Benedetto (nella foto), Senior Presales Manager di Symantec Italia. “Abbiamo aspettato un po’ di tempo per avere la certezza di uscire sul mercato con la soluzione giusta”.

Il lancio ufficiale dell’edizione 2014 è stato preceduto da un Beta Program che ha coinvolto 3.600 clienti, di questi circa 80 italiani, “e quasi l’80 percento di loro l’ha fatto proprio sulle macchine operative, dimostrando un’estrema fiducia sul prodotto e sulla nostra assistenza”, aggiunge il manager Symantec.

Backup Exec 2014”, continua Di Benedetto, “rispetto alle precedenti versioni introduce soluzioni innovative in ambito di prestazioni, riducendo della metà i tempi dei processi di backup, permette di gestire diverse piattaforme e introduce la supportabilità di Windows Server 2012, molto diffuso soprattutto nelle piccole e medie imprese. In più l’ultima release è ottimizzata per le piattaforme virtualizzate, consentendo di gestire funzioni ibride fisiche e virtuali con la stessa soluzione”. Non solo, Backup Exec 2014 fornisce supporto cloud esteso e funzionalità di migrazione e aggiornamento senza soluzione di continuità.

Symantec Backup Exec 2014Le principali caratteristiche della soluzione Symantec in sintesi. Flessibilità: protegge architetture virtuali e fisiche in una singola soluzione che esegue virtualmente il backup di qualsiasi dispositivo di archiviazione e raggiunge un recovery veloce, efficiente e versatile; prestazioni ottimizzate: fornisce prestazioni di backup e deduplica fino al 100% più veloce e più affidabile, compresi i backup delle macchine virtuali VMware e Hyper-V, rispetto alla versione precedente del software; supporto Windows Server 2012 e 2012 R2.

Ma il backup è inutile senza un ottimo restore”, afferma Di Benedetto. Un buon backup è nulla senza la certezza del ripristino in tempi ragionevoli. In questo ambito Backup Exec 2014 fa sfoggio della granularità di intervento consentita, che permette restore da un’intera infrastruttura, o un’intera macchina, come il ripristino di una singola macchina virtuale o un server, o una sola applicazione,  fino alla singola cartella al singolo file e, nel caso dell’agent Exchange, fino alla singola email. Inoltre si può fare backup di una risorsa e decidere di ripristinarla in un ambiente virtuale, come è possibile creare un’immagine virtuale di un ambiente, farne backup e duplicarlo, in un singolo passaggio.

Infine Symantec, per migliorare ulteriormente le capacità di deduplica, mette a disposizione delle aziende la propria appliance dedicata che integra server, applicazione e storage in un unico hardware.

Luca Bastia

 

“One Hitachi” per continuare a crescere

20 giugno 2014 – “One Hitachi”, questa la parola d’ordine che guida la strategia di trasformazione del colosso giapponese (321mila addetti nel mondo, 93,4 miliardi di dollari di fatturato) teso a capitalizzare sempre di più sulle sinergie interne al gruppo la cui attività spazia in svariati segmenti avanzati della tecnologia, all’interno dei quali la componente storage, grazie alla crescente importanza delle informazioni e al loro volume, assume sempre di più un ruolo centrale. Leggi tutto

Continuità di business garantita con Veeam Software

20 giugno 2014- Con la nuova Availability Suite, Veeam Software consente di ottenere la disponibilità continua dei data center, 24 h su 24 e 7 giorni su 7, per tutti i carichi di lavoro. La suite assicura che i dati e le applicazioni siano sempre accessibili, in qualunque luogo e in qualunque momento, aprendo la strada a una nuova categoria di soluzioni che ha successo laddove i tradizionali sistemi di backup e data protection falliscono. “Il ciclo economico moderno non è più limitato ai cinque giorni alla settimana e alle otto ore al giorno”, ha dichiarato Ratmir Timashev, CEO di Veeam. “I reparti IT delle aziende devono quindi fare in modo che si possa accedere ai dati e alle applicazioni in qualsiasi momento: è questa l’era dell’Always-On-Business. La Availability Suite di Veeam fornisce tecnologie all’avanguardia che fanno della continuità di business una realtà”. Leggi tutto

Gli utenti VMware confrontano esperienze e opinioni

17 giugno 2014 – La User Conference 2014 del VMware User Group italiano (Vmug IT)  è stata l’occasione per discutere delle ultime tendenze e degli sviluppi tecnologici nel campo della virtualizzazione e per condividere “best practice” tra gli utenti partecipanti, quest’anno oltre trecento.

La User Conference di quest’anno ha visto la partecipazione di personaggi di rilievo internazionale, massimi esperti nel settore della virtualizzazione e del cloud computing. Nell’occasione abbiamo incontrato Piergiorgio Spagnolatti (nella foto), Vmug IT leader e membro del Board of Directors internazionale del gruppo e Alberto Bullani, Regional Manager VMware Italia. Leggi tutto

I CIO scelgono il cloud per supportare il business

09 giugno 2014 – Persistono le preoccupazioni legate alla sicurezza, ma CIO e responsabili IT riconoscono sempre più nel cloud computing una leva per il business. E’ quanto emerge da un’indagine condotta da Unisys e IDG Research, che ha coinvolto più di 350 dirigenti IT di aziende e pubbliche amministrazioni negli Stati Uniti, in Europa e America Latina. Il sondaggio online, svolto durante tutto il 2013, ha rivelato che l’uso di cloud privati e modelli di delivery software-as-a-service è in crescita, nonostante i problemi relativi alla sicurezza vengano citati dal 70 per cento dei partecipanti come il principale ostacolo al trasferimento in cloud dei dati aziendali. Leggi tutto

L’IT non soddisfa i desiderata del business

06 giugno 2014 – In occasione del VMware vForum 2014 la società ha illustrato i risultati di una survey che evidenzia un gap temporale di quattro mesi fra le richieste del business e ciò che l’IT può offrire. Secondo la ricerca, inoltre, in Italia il 62 per cento dei decisori IT ritiene che ci sia un divario tra ciò che il business si attende e ciò che l’IT può effettivamente fornire. Percentuale che sale al 65 per cento in Emea e addirittura all’80 per cento in Gran Bretagna. In Italia l’indagine ha coinvolto  250 executive IT e 500 officer worker. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload

    Top News

    IDC: l’adozione del BYOD in Europa è in stallo

    Più del 40 per cento delle aziende europee interpellate da IDC non ha piani di supporto per il Bring Your Own Device, la cui diffusione potrebbe essere ostacolata anche dal recente accordo Apple-IBM

    Linkedin si allarga nel marketing B2B

    Per il social network professionale è il momento dello shopping. Dopo Newsle è la volta di Bizo pagata 175 milioni di dollari

    Galaxy vs iPhone. Inizia la battaglia

    Il clima attorno ai nuovi smartphone si surriscalda. Le immagini del Galaxy Alpha e le previsioni del lancio dell’iPhone 6. E c’è il probabile nome del nuovo smartwatch della Mela

find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement