power

Come misurare l’efficienza dei data center?

06 aprile 2012 – Lo scorso autunno, Google ha fatto un annuncio che, in un certo senso, anticipa il futuro riguardo alla misurazione dell’efficienza dei data center. Il gigante di Mountain View, oltre ai consumi dei suoi data center, ha infatti valutato i consumi di energia per singolo utente e singola ricerca: la stima è un consumo medio di energia di 0,3 wattora per ogni ricerca. Considerando che quotidianamente vengono effettuate su Google più di un miliardo di ricerche, si giunge alla conclusione che per le ricerche vengono utilizzati 12,5 milioni di Watt, su un totale di 260 milioni di Watt consumati nel 2010. Riuscire a misurare i chilowatt di energia necessaria per svolgere una singola unità di lavoro è oggi considerato il Santo Graal per valutare l’efficienza dei data center. Il parametro più diffuso attualmente è il Power Usage Effectiveness (PUE), che confronta l’energia usata dalle sole attrezzature IT con l’energia totale immessa nel data center. Ma non è stato ancora individuato un sistema che misuri l’energia consumata per unità di lavoro, soprattutto perché è estremamente difficile definire uno standard condiviso per “unità di lavoro”. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload
find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement