NFC

HCE nell’NFC: una soluzione, ma non per i consumatori (2/2)

Gabriele Di Quarto Wireless InSecurity HCE nell’NFC: una soluzione, ma non per i consumatori (2/2)17 giugno 2014 – Nel post precedente ci eravamo lasciati con una domanda: se sposto le informazioni di pagamento da una carta contactless a un telefonino NFC per fare il “mobile payment”, cosa cambia rispetto a prima?

I fan di Cetto La Qualunque sostengono che la sua risposta avrebbe reso meglio l’idea, comunque la risposta viene da sé ed è: niente.

In realtà rispetto a prima una cosa è cambiata…la sicurezza. Sì, lo so, siete stufi di sentirvi dire che l’NFC non è ancora sicuro, ma questa volta non mi riferisco alla sicurezza dell’NFC, bensì a quella del supporto di memoria che dovrebbe conservare le informazioni della carta di pagamento. Leggi tutto

L’eCommerce cresce e nuovi progetti sono pronti a partire

22 maggio 2014 – Non sono solo le cifre dell’Osservatorio del Politecnico a ribadire la crescita dell’eCommerce. La sala piena del centro congressi di Milanocity ha confermato che il commercio elettronico sta spiccando il volo. I classici difetti italiani rimangono, ma qualcosa si sta muovendo. Come ha affermato Roberto Liscia (nella foto), presidente di Netcomm – Consorzio del Commercio Elettronico, “Oltre all’andamento del fatturato complessivo (+20% all’anno negli ultimi anni) e gli oltre 13 miliardi di euro per il 2014, congiuntamente all’impennata del numero di acquirenti online italiani passati in tre anni da 9 a 16 milioni, stiamo finalmente, assistendo a un forte interesse delle imprese, in particolare del Made in Italy e della grande distribuzione, che si sono rese conto delle grandi opportunità che il digitale può offrire in un momento in cui i fattori recessivi stanno mettendo in discussione i modelli di Leggi tutto

NFC per il Mobile Payment. Un anno dopo

Gabriele Di Quarto Wireless InSecurity NFC per il Mobile Payment. Un anno dopo11 aprile 2014 – Wow, come vola il tempo! E’ già passato un anno dall’ultima volta che abbiamo parlato di NFC (Near Field Communication). A questo punto verrebbe da domandarsi: “Come si è evoluta questa tecnologia in termini di sicurezza?” Ebbene… non si è evoluta! Tuttavia, stanno uscendo diverse soluzioni di Mobile Payment basate proprio sull’NFC. Voi vi starete sicuramente chiedendo il perché… e, sinceramente, un po’ me lo sto chiedendo anch’io.

Sì, da consumatore me lo chiedo anch’io, anche perché, con tutto il rispetto per la tecnologia alla moda, quando si rischia di prendere 80 euro in più al mese, farsi fregare anche quelli, detto fra noi, diventa un po’ da recidivi. Poi, però, se mi metto nei panni degli investitori, inizio a pensarla un tantino diversamente. Faccio due conti su quanto c’ho investito sopra; su quanto ci rimetterei se mi spostassi su altre soluzioni; sui pronostici relativi al grande mercato potenziale e sempre in espansione (voi consumatori da accalappiare, ovviamente), alla fine, dico: “Ma a me, in fondo, che me ne frega! Business is business!

Proprio così. Di fronte al business sembra non ci sia freno inibitore che tenga. Il business, del resto, è il motivo per cui “the show must go on”. E mentre in Italia il business tende a condizionare anche una parte del parere scientifico, all’Università di Oxford cercano di trovare delle soluzioni al problema organizzando, proprio in questo periodo, una conferenza internazionale sulla sicurezza dell’RFID, la tecnologia che sta alla base dell’NFC.

L’NFC, quindi, è ancora lontana dall’essere una tecnologia matura in termini di sicurezza, soprattutto se vuole essere usata in ecosistemi di pagamento. Ovviamente, questo non significa che non lo sarà mai, ma bisogna prendere atto che al momento non lo è. Diamo tempo ai ricercatori di trovare le soluzioni di sicurezza idonee, alle aziende di implementarle, e poi ne riparleremo.

 

Con Vodafone si paga con lo smartphone

09 aprile 2014 – Grazie a un accordo con CartaSi e MasterCard, Vodafone lancia l’applicazione Vodafone Wallet e Vodafone SmartPass NFC, una carta di pagamento ricaricabile integrata nel terminale mobile. Leggi tutto

HP semplifica la stampa wireless da dispositivi Android

18 febbraio 2014 – Hewlett – Packard ha annunciato una nuova stampante laser che promette di facilitare la stampa wireless da da dispositivi mobili Android. Il modello HP Color LaserJet Pro MFP M476 si avvale infatti del supporto di stampa nativo su dispositivi mobili che utilizzano il sistema operativo Android 4.4, nome in codice KitKat. Leggi tutto

BCE: non ancora sicuri i pagamenti via smartphone

28 novembre 2013 – La Banca Centrale Europea (BCE) ha lanciato una consultazione pubblica in merito alla sicurezza dei pagamenti da dispositivi mobili, basata sulla constatazione che gli attuali sistemi operativi mobili non garantiscono la massima sicurezza per le transazioni finanziarie. I pagamenti da dispositivi mobili stata guadagnando popolarità, in seguito alla sempre maggiore diffusione di smartphone, della tecnologia Near Field Communication (NFC), di applicazioni per i pagamenti, sia presso i punti vendita che da remoto. Nel documento “Recommendations for the security of mobile payments”, che lancia la consultazione e traccia le linee guida per l’implementazione di tecnologie di transazione mobili, la BCE evidenzia le sfide che devono essere affrontate per migliorare la sicurezza delle transazioni. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload

    Top News

    Disponibile in Italia il Surface Pro 3

    Il tablet firmato Microsoft punta a sostituire il PC, grazie a processori Intel di quarta generazione, tastiera staccabile e un'ampia gamma di accessori, al prezzo di base di 819 euro

    Nuovi server HP ProLiant Gen9

    Il nuovo portafoglio aumenta notevolmente la capacità e l’efficienza di calcolo, velocizza la distribuzione dei servizi IT e le performance delle applicazioni

    Anche Google testa i droni, ma le leggi sono in ritardo

    In Australia già partiti i primi test con i prototipi. Ma per ora negli Usa è consentito solo un utilizzo limitato. Varato invece il regolamento italiano

find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement