microsoft

Microsoft stringe su Yammer e il cofondatore se ne va



25 luglio 2014 – Da quando Microsoft ha acquistato Yammer, l’enterprise social network vendor, al prezzo di 1,2 miliardi di dollari, la società ha continuato a operare in modo abbastanza indipendente. Ora però Microsoft vuole stringere la presa e, forse anche per questo, il cofondatore del social David Sacks ha annunciato ieri su Twitter le sue dimissioni. Leggi tutto

IDC: l’adozione del BYOD in Europa è in stallo

24 luglio 2014 – Quasi la metà dei CIO europei non supporta il BYOD, secondo un’indagine di IDC. Dalla ricerca emerge che è poco probabile che la situazione cambi a breve, e IDC aggiunge che la recente partnership IBM-Apple potrebbe rivelarsi un ulteriore freno all’adozione del Bring Your Own Device. “Il BYOD è decollato soprattutto negli Stati Uniti, e per un po’ sembrava come si diffondesse anche in Europa“, ha spiegato John Delaney, Associate Vice President of mobility di IDC, nel suo intervento al Microsoft Windows Phone 8.1 and Enterprise Mobility Summit 2014. “Ma ai dipendenti europei non apprezzano il BYOD quanto quelli americani“. Leggi tutto

Microsoft, cresce il fatturato, ma calano gli utili

23 luglio 20114 – Le forti vendite di prodotti cloud per le imprese aiutano a sollevare il fatturato di Microsoft del 18 per cento nell’ultimo trimestre, anche se i profitti sono diminuiti. Il fatturato del trimestre conclusosi il 30 giugno è stato pari a 23,4 miliardi di dollari, nel quarter corrispondente dello scorso anno il risultato si era attestato sui 19,9 miliardi. Il fatturato comprende 2 miliardi di dollari derivanti dai device di Nokia e dai suoi business service che Microsoft ha acquisito. L’operazione è stata completata 25 giorni dopo l’inizio del trimestre.

Il reddito netto è stato di 4,6 miliardi dollari, o 0,55 dollari per azione, in calo da 4,9 miliardi dollari, o 0,59 dollari per azione dello scorso anno, 5 centesimi sotto le aspettative degli analisti di Wall Street. L’utile è sceso del 7 per cento anno su anno, di cui una perdita di 0,08 dollari per azione dal business di Nokia.

Sono orgoglioso dei risultati che abbiamo conseguito questo trimestre e in tutto l’anno fiscale“, ha detto il CEO Satya Nadella nel corso di una conference call per commentare i risultati. Nadella ha detto che i ricavi derivanti dal cloud sono cresciuti quasi del 150 per cento anno su anno raggiungendo i 4,4 miliardi dollari nell’anno, principalmente grazie alle vendite di Office 365, le infrastrutture-e Platform-as-a-Service, Azure e Dynamics CRM Online. Microsoft sta focalizzando la sua attenzione verso la vendita di altri servizi cloud. Periferiche e Divisione Consumer hanno accresciuto le entrate del 42 per cento raggiungendo i 10 miliardi di dollari, dei quali 2 grazie ai cellulari Nokia. Nel frattempo, la Divisione Commerciale ha visto il suo fatturato crescere dell’11 per cento fino a 13,5 miliardi dollari.

I risultati del trimestre – il quarto dell’anno fiscale di Microsoft – non includono alcun impatto derivante dall’annuncio di settimana scorsa del taglio di 18mila posti di lavoro che saranno effettuati nel corso dei prossimi 12 mesi.

Nel nuovo anno fiscale, iniziato il 1 ° luglio Microsoft prevede costi pre-imposte per i licenziamenti in un range compreso tra 1,1 miliardi e 1,6 miliardi di dollari. I licenziamenti, pari a circa il 14 per cento del personale, rappresenta la più grande operazione di questo tipo nella storia di Microsoft. La maggior parte riguarderà il business Nokia.

Il Surface Pro 3 ha iniziato la spedizione a fine giugno e le vendite stanno superando le versioni precedenti. Microsoft posiziona il prodotto come un dispositivo che può sdoppiarsi e essere utilizzato sia come un tablet sia come un computer portatile.

Secondo Nadella, le vendite di prodotti server on-premise e di system management, come SQL Server e System Center è cresciuto del 6 per cento fino a 11,22 miliardi dollari, mentre i ricavi delle licenze a volume di Windows sono saliti dell’11 per cento. E’ cresciuto l’utilizzo del motore di ricerca Bing e si prevede che le entrate pubblicitarie a esso legate diventino redditizie per l’anno fiscale 2016.

Juan Carlos Perez

 

Chromebook è la terza forza del mercato notebook

21 luglio 2014 – I Chromebook viaggiano con il vento in poppa. Secondo le ultime rivelazioni di NPD, le vendite anno su anno sono cresciute del 250 per cento, grazie soprattutto alla diffusione nelle scuole statunitensi. Al contrario, le vendite di portatili Windows non hanno subito un incremento, mentre Apple porta a casa un 20 per cento di crescita.

I portatili di Google valgono il 35 per cento delle vendite di Notebook in tutti i canali e per tre settimane, fino all’inizio di giugno, valevano oltre il 40 per cento delle vendite di notebook nel canale commerciale. Leggi tutto

Microsoft taglia, anzi “rimodella”

18 luglio 2014 – Dopo la carota del cambio di strategia che dovrebbe aprire grandi prospettive alla società, Satya Nadella ha piazzato il bastone sotto forma di 18.000 licenziamenti, il 14% della forza lavoro di Microsoft. Si tratta del più grande licenziamento nel settore high-tech annunciato quest’anno, che supera l’annuncio di Hewlett-Packard che riguardava 16.000 posti di lavoro. Leggi tutto

Perché l’alleanza Apple-IBM non preoccupa Microsoft

17 luglio 2014 – Secondo alcuni analisti, la partnership tra Apple e IBM non influirà sulla posizione dominante di Microsoft in ambito aziendale. “A breve termine, ci sarà probabilmente un minimo impatto su Microsoft“, ha dichiarato Ross Rubin, analista di Reticle Research. “Microsoft è una realtà ben consolidata in ambito aziendale, mentre IBM tende a concentrarsi su implementazioni più specifiche per mercati verticali”.

Certo, Microsoft vuole la sua parte, mantenendo servizi di consulenza e puntando sulle proprie piattaforme, ma il suo focus è sulla produttività generale“, ha aggiunto Rubin. “E su questo è improbabile che l’alleanza Apple-IBM abbia un grande impatto“. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload
find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement