Etichetta: Italia

Gli ultimi dati dell’Osservatorio Internet of Things parlano di una crescita italiana della Internet of Things del 30% rispetto al 2014.
Il nuovo rapporto di Akamai sullo stato di Internet relativo agli ultimi tre mesi del 2015 riserva buone sorprese per il nostro Paese.
Assinform e NetConsulting hanno comunicato i risultati del loro rapporto sul mercato digitale italiano nel 2015. La crescita c’è, ma le cose da fare sono ancora tante.
Anche in Italia è boom dello shopping online e il trend, con un 2015 in continua ascesa, non sembra volersi arrestare, anche se gli spazi per migliorare sono ancora enormi.
Conficker si conferma il ceppo di malware più aggressivo, ma anche i malware responsabili di attacchi DDoS il mese scorso hanno registrato un’impennata.
Cisco ha annunciato oggi una serie di investimenti strategici in Italia per un valore di 100 milioni di dollari nei prossimi tre anni.
Grazie ai nuovi risultati raggiunti da inizio anno, l’obiettivo di Fastweb di portare la fibra ottica in 7,5 milioni di case è sempre più vicino.
L’Assintel Report 2015 testimonia il ritorno alla crescita del mercato IT italiano dopo un 2014 con il segno negativo.
Trend Micro presenta il report delle minacce informatiche nel secondo trimestre 2015. In Italia sono stati intercettati anche 31 milioni di indirizzi IP che inviavano spam.
Diffusa oggi da Startup Europe Partnership la prima ricerca cross-country su Scaleup ed Exit europee del settore ICT degli ultimi 5 anni.
La total digital audience italiana nel mese di aprile è rappresentata da 29,2 milioni di utenti unici e da 21,7 milioni nel giorno medio.
1,532FanLike
1,522FollowerSegui

DA NON PERDERE

Un sondaggio di Deloitte e The Innovation Group analizza i modelli di governance dei rischi cyber e propone raccomandazioni di sviluppo per le aziende italiane.
windows-10-aggiornamento-subdolo

Negli ultimi giorni la tattica di Microsoft per convincere gli utenti di Windows 7 e 8.1 a passare a Windows 10 si è evoluta… e purtroppo non per il verso giusto.

La FTC e la FCC hanno interpellato i produttori di smartphone e tablet negli Stati Uniti sull’annosa questione degli aggiornamenti di sicurezza per i dispositivi mobile.