scegliere-pc-portatile

Con un annuncio un po’ a sorpresa sul suo blog, Microsoft ha promesso che ridurrà il peso dei cosiddetti “feature update” di Windows 10, ovvero quelli aggiornamenti rilasciati una o due volte all’anno che introducono nuove funzionalità e nuovi contenuti. Questa novità fa parte della nuova gestione per gli aggiornamenti che Microsoft ha denominato Unified Update Platform (UUP).

Fino ad oggi tutti i feature update di Windows 10 sono stati rilasciati da Microsoft come rimpiazzi completi del sistema operativo e arrivavano a pesare anche 3 o 4 GB. Anche il prossimo aggiornamento atteso nel marzo del prossimo anno (Creators Update) continuerà con simili modalità, ma quello successivo dovrebbe essere più piccolo di un terzo, visto che grazie a UUP verrà rilasciata solo la porzione contenente le novità dell’update e non anche quelle aggiunte nei precedenti aggiornamenti.

Con la nuova piattaforma Microsoft permetterà inoltre di effettuare aggiornamenti cumulativi. Ciò significa che in caso di build mancanti su un PC non sarà più necessario installarle tutte in sequenza prima di arrivare all’update più recente, ma si potrà semplicemente effettuare il download dell’ultimo pacchetto disponibile, che conterrà anche tutte le novità precedenti.

Microsoft inizierà a utilizzare UUP già a fine 2016 per distribuire le nuove build di Windows 10 ai partecipanti del programma Windows Insider, mentre per quanto riguarda il primo aggiornamento “ristretto” su larga scala, che sarà appunto quello successivo al Creators Update, non si sa ancora nulla.

WHITEPAPER GRATUITI