microsoft store

Microsoft è in procinto di implementare un sistema di rimborsi legato agli acquisti effettuati tramite Microsoft Store su Windows 10 e Xbox One. Sebbene questa novità, molto simile a quanto proposto dalla piattaforma videoludica Steam, riguardi in modo particolare i giochi, varrà anche per le applicazioni a pagamento di qualsiasi genere (sebbene non tutte).

In pratica, andando nella sezione Pagamenti e fatturazione dopo essersi loggati su account.microsoft.com, sarà possibile richiedere il rimborso della spesa effettuata per acquistare un gioco o un’applicazione. Naturalmente ci saranno alcune regole da rispettare.

Microsoft Store

Il rimborso infatti può essere chiesto solo se si è utilizzata l’app (o il gioco) per meno di due ore, se l’acquisto risale a non più di due settimane prima e se, dopo il download, l’app è stata lanciata almeno una volta. Sono esclusi da questo nuovo servizio i DLC, i Season Pass e le espansioni dei giochi, mentre per quanto riguarda le applicazioni resta da capire quali e quante saranno rimborsabili da Microsoft.

Una novità importante e a lungo attesa che farà certamente piacere ai videogiocatori ma anche a chi, di fronte a una spesa più o meno piccola necessaria all’acquisto di un’app, può finalmente testarla (seppur per poco) e capirne l’utilità e la qualità. Un po’ come avviene già ora, oltre che su Steam, anche sul Play Store per le app Android e sull’App store per quelle iOS, sebbene le pratiche di rimborso siano diverse.

WHITEPAPER GRATUITI