Non è certo una notizia inaspettata visto che era già stata annunciata mesi fa. Fatto sta Microsoft ha iniziato a bloccare in questi giorni gli aggiornamenti di sicurezza ad alcuni utenti di PC con Windows 7 e Windows 8.1 equipaggiati con processori Intel Core di settima generazione Kaby Lake o con le nuovissime CPU AMD Ryzen.

Aggiornamento 24/4: uno sviluppatore indipendente ha trovato un modo per continuare ad applicare i nuovi aggiornamenti di Windows anche ai PC recenti non più supportati.

In realtà anche alcuni utenti di PC con CPU AMD Carrizo, architettura che avrebbe dovuto continuare a ricevere gli aggiornamenti, si sono visti impossibilitati a scaricare gli ultimi aggiornamenti di sicurezza. In questo caso Microsoft ha riconosciuto il problema ed è al lavoro per risolvere la situazione in tempi brevi.

windows 7

Oltre alle patch di sicurezza questi utenti non inizieranno più a ricevere nemmeno aggiornamenti relativi a nuove funzioni, sebbene sia quello relativo alla sicurezza l’ostacolo più importante e antipatico rappresentato da questa policy.

La soluzione proposta da Microsoft è naturalmente quella di passare a Windows 10 e in ogni caso non dovrebbero essere molti gli utenti con questi nuovi processori che utilizzano ancora Windows 7 o Windows 8.1.

Ricordiamo infine che questo blocco degli aggiornamenti per Windows 7 e Windows 8.1 riguarda anche i possessori di PC con processori Skylake, sebbene in questo caso il supporto da parte di Microsoft continuerà fino al luglio del 2018.

WHITEPAPER GRATUITI