20 luglio 2012 – I portatili definiti “ultrasottili” non sono, a livello tecnologico, un’esclusiva di casa Intel. AMD ha infatti rilanciato recentemente le sue “APU” (Accelerated Processing Unit) mettendone a punto una versione specificamente studiata per computer di spessore contenuto. I frutti cominciano a vedersi e Samsung ha deciso di arricchire la sua Serie 5 con un prodotto basato su questa piattaforma. Il modello 535 si caratterizza per il suo prezzo molto aggressivo, 599 euro IVA inclusa, anche se non include tecnologie come quella dei dischi a stato solido o delle unità ibride. Il processore scelto per questa offerta è il dual core A6-4455M a 2,1 GHz, abbinato a sei gigabyte di RAM e a un disco fisso da 500 gigabyte. La grafica, integrata ovviamente, è costituita dalla ATI Radeon HD7500G.

Il nuovo Serie 5 di Samsung è realizzato intorno a uno schermo da 13,3 pollici da 1.366 per 768 punti di risoluzione, pesa 1,52 chilogrammi e ha uno spessore variabile tra i 15 e i 18 millimetri. Nonostante valori così contenuti, il 535 dispone di connettività senza particolari compromessi: una porta Ethernet Gigabit, Wi-Fi 802.11n, Bluetooth 4.0, due porte USB 2.0, una porta USB 3.0, uscita HDMI e – tramite adattatore – uscita video VGA. Per la lettura di schede di memoria, questo ultrasottile dispone inoltre di un lettore in grado di ospitare SD, SDHC, SDXC e MMC. Assente, come è ovvio in questa categoria di prodotti, il lettore ottico. Da segnalare la buona qualità della scocca, realizzata in alluminio satinato.