205 mobile

La nuova versione del Nokia 3310 presentata con così grande entusiasmo il mese scorso al Mobile World Congress di Barcellona ha acceso una luce del tutto inaspettata sulla voglia, almeno da una parte dell’utenza mobile, di riscoprire i cosiddetti feature phone, ovvero i classici telefoni cellulari ridotti all’osso ed essenzialmente non smart.

Non a caso si tratta di modelli molto diffusi nei mercati emergenti sia per il loro costo bassissimo, sia perché in molti di questi Paesi la connettività internet lascia molto a desiderare o è del tutto assente. Qualcomm però è convinta che anche questi device possano diventare un po’ smart e per questo ha realizzato il processore 205 Mobile, che porterà in questi “telefonini” connettività LTE, migliori prestazioni grafiche e un’esperienza generale più al passo con i tempi.

C’è in effetti un gran bisogno di chip come il 205 Mobile, soprattutto considerando come il nuovo Nokia 3310 offra solo connettività 2G e la possibilità di telefonare, scrivere messaggi e ben poco altro (niente WhatsApp ad esempio). Con l’arrivo del LTE i feature phone potranno contare su connessioni più affidabili, su un browsing web quantomeno accettabile (provate a navigare oggi in 2G!) e sull’utilizzo dei social network.

205 Mobile

Qualcomm stima che il 20% di tutti i telefoni cellulari al mondo sia rappresentata proprio dai feature phone e che in futuro la maggior parte di questi si muoverà verso l’LTE. Da precisare comunque che il 205 Mobile supporta le reti CDMA e GSM. Il nuovo chip di Qualcomm integra anche una GPU Adreno che renderà possibile lo streaming dei video a 480p, migliori prestazioni con i giochi e una maggior fluidità grafica. Da segnare anche il supporto a una doppia fotocamera e più precisamente a un modulo posteriore da 3 Megapixel e a uno frontale da 0,3 Megapixel.

Continuando con le caratteristiche del 205 Mobile, troviamo anche un modulo Bluetooth 4.1 e una configurazione dual-core con clock a 1,1 GHz che potrebbe mettere letteralmente il turbo ai feature phone. Volendo il chip di Qualcomm potrebbe essere integrato anche negli smartphone di fascia bassa, sebbene i limiti a livello fotografico siano ancora notevoli. Si prevede infine che i primi feature phone con all’interno il 205 Mobile arriveranno sul mercato entro la fine del secondo trimestre dell’anno.

WHITEPAPER GRATUITI