apple pay

Dopo un’attesa che sembrava non finire mai, Apple Pay è finalmente giunto in Italia. Il servizio di Apple per pagare online o offline con iPhone e Apple Watch è infatti attivo nel nostro Paese da oggi. Per utilizzarlo, bisogna configurare la propria carta di credito, prepagata o bancomat all’interno di iPhone o Apple Watch e, per autorizzare i pagamenti, basta avvicinare il dispositivo ai POS compatibili per terminare la transazione in modalità contactless.

Apple Pay, oltre a un indubbio fattore di praticità e immediatezza, si segnala anche per l’elevato grado di sicurezza e privacy. I dati delle carte inserite su Apple Pay non vengono infatti memorizzati sul dispositivo o su altri server Apple, ma viene assegnato un codice crittografato che viene poi salvato nel Secure Element del dispositivo.

apple pay

Al momento Apple Pay funziona in Italia esclusivamente con carte Unicredit, Carrefour Banca e tramite l’applicazione Boon. Se quindi non avete un conto corrente presso le due banche, l’unica soluzione è registrarsi a Boon, il cui utilizzo è gratuito per i primi 12 mesi per poi passare a pagamento (99 centesimo al mese).

Apple comunque ha già annunciato che nel corso dell’anno si aggiungeranno nuovi partner a questi tre iniziali. L’elenco è già stato comunicato e comprende Widiba, N26, Mediolanum Banca, HYPE, Fineco Bank, Expendia Smart, Carta BCC e American Express.

Per tutte le altre informazioni di carattere tecnico e operativo vi rimandiamo alla pagina ufficiale di Apple Pay sul sito di Apple, in cui vengono spiegati il funzionamento del servizio e tutti i passaggi per abilitarlo.

WHITEPAPER GRATUITI