ios 10

Apple ha lavorato intensamente per migliorare la sua applicazione Maps, fin dal momento del disastroso lancio nel 2012. E ha ottenuto importanti successi: oggi Maps offre funzioni interessanti, in parte grazie alla flotta di minivan di Apple per l’acquisizione dei dati. L’applicazione non è ancora confrontabile con Google Maps, ma Apple sembra avere un nuovo piano.

Secondo Bloomberg, l’azienda starebbe progettando di usare droni per aggiornare rapidamente Maps con nuovi dati, come le condizioni della strada, cambiamenti della segnaletica, aggiornamenti su lavori in corso e altre informazioni che macchine fotografiche montate su un’automobile avrebbero difficoltà a rilevare.

Lo scorso autunno, Apple ha chiesto alla Federal Aviation Administration (FAA) l’autorizzazione per far volare i suoi droni per scopi commerciali. Da allora la FAA ha elaborato nuove linee guida per i droni commerciali, che impediscono alle aziende di farli droni su edifici o persone.

Apple non sta cercando solo di battere Google sulla mappatura all’aperto. La società vuole competere anche con la mappatura interna, che consente di utilizzare il proprio iPhone per orientarsi in grandi aree affollate come aeroporti e musei. Per far questo Apple sta sfruttando la tecnologia della startup Indoor.io, acquisita l’anno scorso.

Google Maps offre già mappe indoor, e non è chiaro se Apple offrirà strumenti più sofisticati o semplicemente alla pari con la concorrenza. In ogni caso, se la notizia riportata da Bloomberg sarà confermata, gli aggiornamenti di Maps sono significativi. E sono un segnale che Apple sta investendo fortemente nei servizi, anche in quelli che non rappresentano il suo core business.

 

WHITEPAPER GRATUITI