Assistenti virtuali a confronto: Alexa, Cortana, Google Assistant e Siri

Abbiamo messo alla prova Amazon Alexa, Apple Siri, Google Assistant e Microsoft Cortana con delle domande, le stesse poste nell’estate del 2015. In un anno possono cambiare tante cose, ma Siri offre ancora i risultati migliori

1Alexa vs Cortana vs Google Assistant vs Siri

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Più di un anno fa, a luglio 2015, ho posto una serie di domande ai quattro assistenti virtuali più utilizzati: Siri di Apple, Alexa di Amazon, Google Now e Cortana di Microsoft. In base alle loro risposte sono emersi i punti di forza e di debolezza dei quattro assistenti. Il vincitore, all’epoca, fu Siri.

Molto può cambiare in un anno, e recentemente ho ripetuto l’esperimento. Questo test non ha pretesa di validità scientifica, ma vuole offrire una visione reale delle risposte offerte dagli assistenti virtuali a domande che riguardano la vita quotidiana degli utenti. Risultato: Siri è ancora in testa, ma Alexa non la distanzia di molto.

2Sport: quando sarà la prossima partita dei San Francisc...

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Quando si pone una domanda semplice, ci si aspetta una risposta semplice. Tutti e quattro gli assistenti hanno risposto efficacemente a questa domanda “soft”, e mi hanno detto che i San Francisco Giants avrebbero giocato contro i Los Angeles Dodgers quella sera alle 19.15. Google Assistant ha fornito anche il calendario delle prossime due partite.

Vincitore: Google Assistant

3Sport: quante partite hanno vinto i San Francisco Giant...

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Anche questa sembra una domanda semplice, ma per gli assistenti virtuali non è così. Come l’anno scorso, quando ho posto una domanda simile riguardo un’altra squadra di baseball (i Boston Red Sox), solo Siri è stata in grado di dare la risposta corretta. Alexa ha detto che “non riesce a trovare la risposta alla domanda che ha sentito”. Cortana ha offerto risultati di ricerca di Bing, che non erano utili, e Google Assistant ha bizzarramente riproposto la risposta alla mia precedente domanda sulla prossima partita dei Giants.

Vincitore: Siri

4Musica: riproduci “Come Fly with Me” di Frank Sinatra

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Ho chiesto ai quattro assistenti virtuali di riprodurre la canzone “Come Fly with Me” di Frank Sinatra. Tutti e quattro hanno esaudito la richiesta, anche se con risultati diversi. La canzone è nella mia libreria di Apple Music, quindi Siri non ha avuto problemi a riprodurla. Alexa ha individuato il brano in pochi secondi, perché il mio account Spotify è collegato a Echo tramite l’app Alexa. Google e Cortana hanno proposto i video YouTube della canzone.

Per essere onesti, Google riproduce i brani richiesti se questi si trovano nella libreria Google Play Music dell’utente e Cortana riproduce specifiche canzoni dalla libreria Groove Music, ma io non utilizzo questi servizi.

Vincitore: Alexa

5Politica: chi vincerà le elezioni presidenziali 2016?

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Ovviamente, al momento non è possibile rispondere a questa domanda, ma ho voluto porla agli assistenti virtuali per metterli alla prova. Nessuno di loro ha abboccato, forse perché questa stagione elettorale è stata un po’ turbolenta. Anche Siri, di solito impertinente, ha restituito solo inutili risultati di ricerca. In modo simile, Cortana ha suggerito banali risultati tramite Bing.

Google Assistant è stato un po’ più vivace: “[La risposta] è nelle mani di cittadini informati” (nella foto). Alexa, anch’essa nota per la sua sfacciataggine, ha detto semplicemente: “Vorrei potertelo dire, ma purtroppo non riesco a vedere nel futuro”. (Alexa ottiene qualche punto in più perché offre brevi aggiornamenti su notizie politiche alla domanda: “Quali sono le ultime sulle elezioni?”).

Vincitore: Alexa

6Traduzioni: come si dice in italiano “I’d like a ...

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

L’anno scorso ho posto questa stessa domanda ad Alexa, Cortana, Google Now e Siri. Il vincitore fu Google Now, che non solo aveva mostrato la risposta scritta, ma l’aveva anche pronunciata in italiano.

Questa volta, Google Assistant ha mostrato la frase tradotta in italiano, ma non ha cercato di leggerla. Cortana mi ha parlato come se fosse stata Sophia Loren e ha chiesto, in italiano, un bicchiere di vino bianco. Siri ha restituito dei risultati di ricerca: cliccando sul primo della lista, il sito HowDoYouSay.net, è apparsa la frase tradotta in italiano. Alexa ha ammesso che non riusciva a pronunciare la frase, ma mi ha mostrato una versione scritta nell’app Alexa.

Vincitore: Cortana

7Trasporti: un passaggio con Uber e Lyft

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Ho cercato di prenotare una corsa con Uber e con Lyft utilizzando solo la voce. Purtroppo, solo Alexa e Siri sono riuscite a procurarmi un passaggio, ma con risultati diversi.

Dopo aver pronunciato: “Alexa, chiedi un passaggio a Uber”, sono stato informato che c’era una macchina disponibile a meno di un minuto. Per prenotarla, tutto quello che dovevo fare era pronunciare ““. Per curiosità, tuttavia, ho controllato l’applicazione di Uber, dalla quale sono stato informato che l’auto disponibile più vicina era a sei minuti di distanza. Similmente, Alexa ha detto che ci sarebbe stato un supplemento del 50 per cento con Lyft, perché in quel momento c’erano molte richieste, mentre l’applicazione Lyft dava un aumento del solo 25 per cento.

Quando ho detto a Siri: “ho bisogno di un passaggio”, l’assistente ha offerto una scelta tra Lyft, Uber o un taxi e, con qualche altro passaggio, ho potuto completare la prenotazione a voce.

Vincitore: Siri

8Messaggistica: inviare un messaggio da LinkedIn

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

LinkedIn è una delle applicazioni mobili con cui Siri interagisce in iOS 10. Ci sono voluti un paio di tentativi, ma Siri è riuscita a inviare un messaggio a un mio contatto LinkedIn utilizzando solo comandi vocali. Inizialmente Siri non ha scritto correttamente il nome del contatto nel messaggio, ma ho potuto completare l’operazione solo la mia voce. Con ciascuno degli altri assistenti ho avuto difficoltà e non sono riuscito a portare a termine l’operazione.

Microsoft è in procinto di acquisire LinkedIn, e il social network funziona anche con Cortana. Per esempio, l’assistente virtuale di Microsoft può inviare un promemoria per i prossimi appuntamenti e mostrare foto e altri dati del profilo LinkedIn delle persone che si stanno per incontrare. Tuttavia, non sono riuscito a far inviare a Cortana messaggi ai contatti LinkedIn.

Vincitore: Siri

9A cena fuori: prenotare un ristorante

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

Speravo di poter dire agli assistenti virtuali dove e quando volevo mangiare per farmi prenotare un tavolo. Ma non ha funzionato.

Alexa, Cortana e Google non sono stati di alcun aiuto. Ho detto a Siri che volevo una prenotazione per sabato sera alle 20.00 al ristorante Catch. Siri non ha capito cosa intendevo con “catch”. Ho provato con un altro ristorante, Bacco, ma Siri ha inteso “Goldilocks Restaurant and Bar”. Quando ho chiesto di prenotare da Firefly, Siri finalmente mi ha capito e ha detto che il ristorante aveva tavoli disponibili “intorno alle 20”. Mi ha anche mostrato la posizione del ristorante su una mappa. Quando ho cliccato sulla mappa, sono stato indirizzato al servizio di prenotazione OpenTable…dove ho scoperto che il ristorante non aveva posto fino alle 21.15.Sigh.

Vincitore: nessuno

10Finanze personali: inviare denaro con la voce

Credit:Thinkstock/Google/Amazon/Apple/Microsoft

È ora possibile utilizzare gli assistenti virtuali per inviare denaro con la voce … più o meno. Non sono stato in grado di eseguire questa operazione con Google Assistant, Cortana e Alexa. Siri, invece, permette di dire qualcosa come “paga cinque euro a Paolo per il caffè”.

Se si sono installate app come Venmo, Square Cash o simili, Siri chiede quale applicazione si desidera utilizzare. Dopo aver specificato un’opzione, compare una finestra pop-up che identifica la persona che riceve il denaro, la somma da inviare e il motivo del pagamento, se avete fornito questi dettagli. A quel punto si può dire a Siri di inviare il denaro o annullare la transazione. Ho provato sia con Square Cash che con Venmo, ed è stato più semplice portare a termine l’operazione con Venmo.

Vincitore: Siri

WHITEPAPER GRATUITI