06 luglio 2012 – Microsoft ridurrà drasticamente le opzioni disponibili per Windows Server 2012, e in particolare eliminerà Windows Home Server e Windows Small Business Server, le due versioni più diffuse tra le piccole e medie imprese. Windows Server 12 sarà rilasciato nelle quattro versioni Datacenter, Standard, Essentials e Foundation. La differenza principale tra le diverse opzioni è il numero di macchine virtuali che possono sostenere, ma ognuna dotata di caratteristiche e funzionalità prima riservate alle versioni Datacenter ed Enterprise. Microsoft ha dichiarato che per le piccole e medie imprese, per le cui necessità erano più adatti Windows Home Server e Windows Small Business Server, la piattaforma ideale è Essentials.

Questa strategia è dovuta, in parte, agli attuali trend e all’attenzione particolare che Microsoft sta dedicando a strumenti e servizi basati sulla cloud. “Con Windows Server 2012 Essentials”, spiega Microsoft, “gli utenti potranno fruire dei vantaggi di integrated management sia scegliendo Exchange Server on premise, sia sottoscrivendo un servizio Exchange, sia Office 365”.

Per le piccole e medie imprese non sarà quindi necessario avere Exchange or SharePoint in bundle con Windows Server. La versione Essential risponderà alle esigenze di piattaforma server delle aziende che, con Office 365, avranno a disposizione Exchange, SharePoint e Office come servizi hosted.

Tony Bradley