Google e Facebook stanno aumentando ulteriormente lo strapotere che già hanno nel mercato americano della pubblicità digitale. Gli introiti del duopolio rappresentato da questi due colossi, secondo le stime rilasciate da eMarketer, raggiungeranno infatti nel 2017 la cifra di 83 miliardi di dollari, che rappresentano il 15,9% in più rispetto al 2016.

Google continua a dominare la pubblicità nel campo dei motori di ricerca e la quota di Facebook nel mercato della pubblicità mobile sta crescendo a vista d’occhio. Sempre secondo queste stime Google raggiungerà a fine anno il 40,7% del mercato pubblicitario digitale statunitense, mentre la percentuale di Facebook sarà del 19,7%.

Da notare però che gli introiti pubblicitari di Facebook stanno crescendo con un ritmo più che doppio rispetto a quelli di Google. Se infatti si considera l’anno su anno, l’aumento percentuale di Facebook sul 2016 sarà del 32% contro il 15% di quello di Google.

pubblicità digitale

Secondo l’analista Monica Peart di Emarketer gli utenti di Facebook sono sempre più attratti dai video, compresi quelli di Instagram. Sia quelli in diretta, sia quelli registrati stanno diventando un elemento sempre più importante per la fidelizzazione degli utenti e, di conseguenza, aumenta anche la soddisfazione degli inserzionisti.

Per quanto riguarda il display advertising, il giro di affari di Facebook per il 2017 è stimato in 16,33 miliardi di dollari (39,1% del mercato), mentre quello di Google, Yahoo e Twitter è destinato a calare, con la grande G che lascerà per strada il 12,5% rispetto al 2016 per un totale di 5,24 miliardi di dollari.

Nel frattempo gli introiti pubblicitari di Snapchat, recentemente quotato a Wall Street, sono destinati a crescere di quasi il 158% a 770 milioni di dollari. Una cifra che inizia a farsi importante, sebbene si tratti solo del 1,3% del mercato pubblicitario mobile americano.

WHITEPAPER GRATUITI