mozilla firefox

Mozilla ha annunciato oggi la sospensione di “Aurora”, una delle versioni di Firefox che consentiva di testare in anteprima alcune nuove funzioni del browser. Le aziende che utilizzano Firefox e lo testano attraverso il canale Aurora verranno automaticamente migrate al canale “Beta”.

E’ chiaro che Aurora non ha incontrato le nostre aspettative come primo canale di stabilizzazione“, si legge in un post firmato dai tre manager di Mozilla Dave Camp, Sylvestre Ledru e Ali Spivak.

A partire dal 2011, per ogni edizione di Firefox Mozilla ha offerto quattro build – Nightly, Aurora, Beta e Release – ognuna delle quale doveva essere più stabile rispetto alla precedente.

Abbiamo processi più moderni per il nostro modello di rilascio, e riteniamo di poter fornire prodotti ricchi di funzioni e stabili senza l’ulteriore fase Aurora di 6-8 settimane”, hanno spiegato detto Camp, Ledru e Spivak.

Nel modello di rilascio utilizzato fino a oggi, Mozilla aggiungeva le nuove funzionalità nella versione meno stabile, la Developer, per poi trasferirle alla fase successiva, Aurora. Una volta testata la stabilità delle nuove funzioni, queste venivano introdotte nella versione Beta e poi, come ultimo passaggio, alla versione definitiva, la Release. Tuttavia Mozilla ha riconosciuto che il sistema a volte ha fallito e, per rispondere alle esigenze del mercato, la società ha dovuto saltare una delle build o accorciare i tempi di rilascio di una nuova funzione. La versione Aurora non verrà aggiornata da domani, quando sarà rilasciata la versione finale, la Release, di Firefox 53.

Con la scomparsa di Aurora, Mozilla si baserà su Beta per la prima distribuzione di ogni edizione di Firefox. Per compensare l’assenza di Aurora ogni Beta sarà implementata in fasi, in modo che se sorgono problemi importanti questi interesseranno solo un gruppo ristretto di clienti e potranno essere risolti prima della fase successiva.

L’eliminazione di Aurora non aumenterà la frequenza di rilascio della build Release né diminuirà il tempo che intercorre tra le diverse versioni di rilascio; quest’ultimo continuerà a variare tra le sei e le nove settimane. Non saranno modificate neanche le date già in programma per le future versioni di Firefox ESR (Extended Support Release). Questa edizione, progettata per imprese e organizzazioni di grandi dimensioni, rimane stabile per circa un anno e riceve solo aggiornamenti di sicurezza.

Tuttavia la sospensione di Aurora permetterà a Mozilla di accorciare di circa sei-otto settimane i tempi di disponibilità di una nuova funzione.

 

AUTOREGregg Keizer
FONTEComputerworld
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI