Al CES 2017 di Las Vegas da poco conclusosi Samsung ha presentato tantissimi nuovi prodotti, ma a livello IT si segnalano soprattutto i Chromebook Pro e Plus, con i quali il produttore coreano punta a sfidare apertamente l’iPad Pro di Apple e i Surface Pro di Microsoft con due device davvero innovativi se pensiamo ai Chromebook che abbiamo visto finora.

Certo, Chrome OS in Europa è ancora poco diffuso e agli occhi dell’utente consumer non ha assolutamente la stessa attrattiva di Windows 10 o iOS, ma si tratta di due dispositivi che tagliano nettamente con il passato dei Chromebook, offrendo ad esempio display touch, pennino e integrazione nativa con le app Android di Google Play Store e non più solo con quelle per Chrome OS.

Chromebook Pro e Plus

I Chromebook Pro e Plus, identici a livello estetico e per i quali Samsung assicura un’autonomia di circa otto ore, sono dotati di 4 GB di RAM, storage interno da 32 GB e display LED da 12,3’’ con risoluzione di 2400×1600 pixel, un’entrata cuffie/microfono, 2 porte USB-C e un lettore di schede microSD. L’unica differenza riguarda il processore. Il Chromebook Plus monta infatti un chipset ARM OP1 Hexa-core, mentre il Chromebook Pro vanta un più potente Intel Core M3 con scheda grafica integrata Intel HD 515.

Come succede ormai sempre più spesso, anche questi nuovi Chromebook sono convertibili, visto che il display si può piegare completamente all’indietro in modo che il device possa essere usato come un tablet. I prezzi, per ora riferiti al solo mercato USA dove i Chromebook iniziano a guadagnare quote di mercato sempre più considerevoli, sono di 499 dollari per il modello Plus in vendita da febbraio, mentre il Chromebook Pro verrà lanciato nei mesi successivi a un prezzo non ancora comunicato.

Non si sa ancora invece quando vedremo questi due interessanti dalle nostre parti.

WHITEPAPER GRATUITI