08 agosto 2012 – Google Venture ha annunciato l’investimento nella società DocuSign, che offre alle aziende e ai privati servizi di firma digitale per i documenti elettronici. L’ammontare dell’investimento da parte di Google Venture non è stato reso noto, ma DocuSign ha dichiarato che il suo bilancio attuale raggiunge i 55,7 milioni di dollari. Secondo le stime dell’azienda, attualmente sono 20 milioni gli utenti che hanno utilizzato la sua tecnologia per firmare più di 150 milioni di documenti, e ogni giorno si aggiungono al servizio 60mila nuovi utenti. Google Venture ha dichiarato di aver deciso di investire in DocuSign perché, in tutto il mondo, grandi e piccole imprese stanno rapidamente adottando la firma elettronica.

La tecnologia di DocuSign, il suo team e le condizioni di mercato hanno quindi attirato Google e le due società prevedono, lavorando fianco a fianco, di raggiungere centinaia di milioni di clienti in tutto il mondo.

Gli utenti di DocuSign possono caricare un documento digitale e richiedere a persone selezionate di siglarlo con una firma digitale o le iniziali. Il servizio è utilizzato in settori come i servizi finanziari e le assicurazioni, tra gli altri, come spiega DocuSign, citando tra i propri clienti aziende come Cisco, eBay, Hewlett-Packard.

DocuSign offre anche DocuSign Ink, un servizio per i privati che consente di autenticare la propria firma elettronica rendendo legali i documenti sui quali è apposta. Il servizio funziona con l’Pad, l’iPhone, app native per Android e Microsoft Outlook. Può essere utilizzato per firmare documenti di Microsoft Office, file PDF, e documenti inviati via fax. In aprile DocuSign è stata integrata con Google Drive, il servizio di collaborazione basato su cloud che include Google Docs.

Google Ventures investe in un’ampia gamma di settori, tra i quali il mobile, i giochi, l’energia. La società è finanziata dal gigante delle ricerche, ma Google Venture agisce in modo indipendente e il suo obiettivo è un ritorno economico, piuttosto che il supporto degli obiettivi strategici di Google.

Google Venture si propone come un investitore che supporta l’avvio di altre società, spiega il manager Bill Maris sul blog che è partito lunedì. “Ci impegniamo a essere il tipo di investitori che vorremmo avere noi stessi come imprenditori”, scrive Maris. “Mettere in piedi una società può essere un lavoro solitario, e aiuta molto sapere che c’è qualcuno dalla tua parte”.

Loek Essers