11 luglio 2012 ― Il nuovo server Primergy RX500 S7 di Fujitsu è ottimizzato per grandi progetti di virtualizzazione e consolidamento. Il sistema quad-socket raddoppia la capacità di espansione e le performance di un server dual-socket, abbattendo i costi di gestione e dell’infrastruttura IT grazie a più workload di maggior dimensioni su un minor numero di server. Inoltre, il server premette di incrementare gli slot PCIe Gen3 disponibili fino a 11 unità all’interno dello stesso chassis, senza bisogno di modificare l’infrastruttura del server né del rack. Il Primergy RX500 S7 raggiunge elevati livelli di efficienza energetica e risparmio sui costi grazie ai componenti in comune con i sistemi Primergy dual-socket S7, alla semplificazione nella gestione energetica e alle unità di alimentazione con il 94% di efficienza.

Il design modulare del nuovo Primergy RX500 S7 è stato progettato per rispondere adeguatamente alle esigenze di ampliamento e consolidamento di ambienti IT in espansione. Iniziando con l’installazione di una configurazione a doppio processore, il rack server RX500 S7 è in grado di scalare fino a quattro processori quando necessario, tutelando così l’aspetto economico e raddoppiando la capacità di memoria fino a 1536 GB.

La configurazione dual-socket prevede due processori Intel Xeon della famiglia E5, 24 DIMM e 768 GB di memoria. La configurazione four-socket integra quattro processori Intel Xeon, 48 DIMM e 1536 GB di memoria. In questo modo i clienti possono far girare più macchine virtualizzate di maggiori dimensioni su un unico server anziché dover ricorrere a più server dual-socket.

Oggi i clienti richiedono nelle loro infrastrutture IT il miglior rapporto costo/prestazioni e la massima flessibilità per poter affrontare la crescita con successo”, ha commentato Giuseppe Magni, Direttore Marketing di Fujitsu Technology Solutions. “Il server Primergy RX500 S7 mette a disposizione una soluzione quad-socket scalabile altamente efficiente in termini di consumi energetici ed economicamente competitiva. Ora è possibile avvalersi di un sistema eccellente e conveniente allo stesso tempo, che può essere ampliato in base alle future necessità di sviluppo”.