02 agosto 2012 – Google ha rilasciato ieri la ventunesima release del suo browser Chrome, con nuove funzionalità e una serie di modifiche per quanto riguarda la sicurezza. Tra le nuove caratteristiche spicca l’API per la comunicazione audio e video in alta qualità. Nota come “getUserMedia API”, la nuova tecnologia “permette alle applicazioni web di accedere alla webcamera e al microfono dell’utente senza necessità di plu-in”, spiega Shijing Xian, del team di Google, sul blog di Google Chrome. L’adozione di questa tecnologia è il primo passo di Google verso l’implementazione del WebRTC, “un nuovo standard di comunicazione in real time che permette la fruizione di audio e video in alta qualità sul web”, ha aggiunto Xian.

Il nuovo Chrome 21 include un’integrazione più profonda con il servizio Cloud Print offerto da Google. “Le stampanti di Google Cloud Print sono visibili nella finestra di dialogo della stampa in Chrome, quindi l’utente può stampare facilmente da Cloud Ready, Google Drive, Chrome sul proprio dispositivo, o da uno degli oltre 1.800 uffici FedEx”, aveva spiegato Robert Toscano all’inizio di luglio, in occasione del lancio della versione beta del software.

Per quanto riguarda la sicurezza, sono stati risolti ventisei problemi, di uno è classificato come “critico” e nove in alta priorità. Google ha dichiarato di aver investito solo duemila dollari all’interno del programma di ricompense per l’individuazione di bug, in quanto l’azienda stessa ha scoperto la maggior parte delle vulnerabilità presenti in Chrome, soprattutto grazie al suo software AddressSanitizer.

Katherine Noyes