27 giugno 2012 – Prima ha rivoluzionato il settore della virtualizzazione dello storage, poi ha costantemente evoluto il suo hypervisor fino a renderlo adatto a una vasta gamma di impieghi. Ora DataCore Software annuncia la nona versione di SANsymphony-V, che amplia il suo raggio d’azione e la sua versatilità proponendosi anche nelle situazioni più gravose: i data center e le reti cloud di grandi dimensioni. Per questo, DataCore lo definisce “l’hypervisor storage per la cloud”.

Dal punto di vista concettuale, l’hypervisor storage fa la stessa cosa degli hypervisor server: permette di virtualizzare l’hardware sottostante semplificandone la gestione. Diventa così possibile gestire le risorse di storage in maniera più pratica riunendole in pool logici e facendo in modo che vengano gestite automaticamente per ottenere il massimo della protezione e delle prestazioni. Il tutto in modo completamente indipendente da marca e modello dei dispositivi e dei sistemi utilizzati.

SANsymphony-V 9.0 non si limita a questo, ma cresce fino a diventare parte della filosofia Infrastructure-as-a-Service (IaaS) diventando così molto interessante non solo per le aziende, ma anche per i fornitori di servizi cloud (CSP), che vengono messi nelle condizioni di gestire con semplicità lo storage per conto dei loro clienti. Proprio per questo, DataCore ha messo a punto una specifica offerta di licenze dedicata ai CSP, che invece di acquistare le licenze software le possono noleggiare sulla base della quantità di storage gestito.

Le funzioni IaaS possono essere richiamate dai CSP tramite software per soddisfare le esigenze di storage individuali di ciascun cliente. Il software gestisce dinamicamente i dischi virtuali creandoli o eliminandoli al momento del bisogno, e recuperando al termine lo spazio su disco. Per un controllo e una visibilità completi dell’infrastruttura, SANsymphony-V 9.0 offre moduli IaaS che si integrano con gli hypervisor server di VMware e Microsoft e con prodotti per la gestione dei sistemi come Microsoft Systems Center Operations Manager e VMware vCenter.

Nonostante queste evoluzioni verso la parte alta del mercato, SANsymphony-V 9.0 rimane comunque una soluzione abbordabile anche da parte delle aziende di dimensioni più contenute. In tutti i casi, l’hypervisor storage può essere aggiornato in qualunque momento senza dover sprecare licenze software, salvaguardando così gli investimenti già effettuati. SANsymphony-V 9.0 sarà disponibile in tutto il mondo a partire dal 2 luglio.

Paolo Galvani