IDC stima che quest’anno saranno distribuiti 110 milioni di dispositivi indossabili, con una crescita del 38 per cento rispetto al 2015, e gli smartwatch Android Wear inizieranno a recuperare il ritardo rispetto ai dispositivi watchOS di Apple.

L’Apple Watch e i dispositivi Android Wear spesso “catturano i riflettori”, ma “altri dispositivi indossabili costituiscono la maggior parte del mercato”, ha dichiarato Jitesh Ubrani, analista senior di IDC Mobile Device Trackers.

Le spedizioni di smartwatch basati su Android Wear cresceranno in media del 48 per cento l’anno tra il 2016 e il 2020, secondo i dati rilasciati da IDC. Anche gli smartwatch basati su watchOS di Apple registreranno una crescita, ma solo del 22 per cento all’anno.

I tracker per il fitness costituiscono ora una grossa fetta del mercato degli indossabili, di cui il produttore Fitbit deteneva quasi il 30 per cento alla fine del 2015.

Entro il 2020, tuttavia, gli smartwatch rappresenteranno circa un terzo dei dispositivi indossabili venduti. Secondo Ubrani, un settore emergente è quello dei dispositivi offerti da produttori di orologi tradizionali che includono funzionalità di monitoraggio del fitness o del sonno.

IDC boom mercato wearable
Mercato wearable: crescita a doppia cifra da qui al 2020

IDC prevede che il mercato degli indossabili genererà una crescita percentuale a due cifre fino al 2020, anno in cui saranno spediti 237,1 milioni di dispositivi. Orologi e bracciali intelligenti raggiungeranno 100 milioni di unità nel 2016, rispetto ai 72,2 milioni nel 2015. Altri fattori di forma, tra cui abbigliamento, occhiali e i cosiddetti “hearable”, o auricolari intelligenti, raggiungeranno 9,8 milioni di unità nel 2016.

Secondo i dati diffusi da IDC il mese scorso, i fornitori di dispositivi wearable, guidati da Fitbit e Apple, hanno distribuito 27,4 milioni di dispositivi nel quarto trimestre del 2015, pari a una crescita del 126,9 per cento rispetto all’ultimo trimestre del 2014.

Tra i sistemi operativi per indossabili, IDC prevede che watchOS di Apple manterrà la quota di mercato superiore, con circa 14 milioni di smartwatch basati su watchOS spediti nel 2016 e 31 milioni nel 2020.

Il sistema operativo Android Wear sarà un temibile concorrente per Apple, tuttavia, con circa 6,1 milioni di smartwatch basati su Android Wear spediti nel 2016 e 28,8 milioni nel 2020.

Il Real-Time Operating System, favorito da alcuni produttori cinesi, sarà disponibile in 8,3 milioni di smartwatch entro il 2020, rispetto ai 1,4 milioni di dispositivi previsti per il 2016.

 

AUTOREGrant Gross
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI