Sicurezza

CA arcserve UDP protegge i dati su sistemi fisici, virtuali e cloud

12 giugno 2014 – CA Technologies ha presentato CA arcserve Unified Data Protection (UDP), una soluzione semplice da utilizzare che offre backup e Assured Recovery a costi contenuti per gli ambienti IT misti.

Un’architettura nuova e unificata e un Recovery Point Server gestiscono una gamma completa di funzionalità di protezione dei dati ad alta efficienza per gli ambienti fisici e virtuali tramite una console utente basata su web facile da utilizzare. CA arcserve UDP offre più di 30 nuove caratteristiche che forniscono alle aziende e ai service provider funzionalità precise e flessibili in grado di soddisfare i severi requisiti SLO e RTO.

La facilità d’uso, sostiene CA, è stato il principio fondamentale che ha ispirato la progettazione di CA arcserve UDP. Un’architettura unificata e una singola interfaccia utente basata su web integrano la protezione dei dati per i sistemi fisici e virtuali.

In sintesi CA arcserve UDP offre: maggiore efficienza e un time-to-value più rapido grazie a un ampio spettro di funzionalità di classe enterprise – incluso il backup di immagini e basato su file, il supporto dei nastri, la replica e l’elevata disponibilità – in un’unica soluzione; piani di protezione basati sul workflow che consentono agli utenti di selezionare il livello di protezione appropriato in pochi minuti; cinque edizioni per consentire ai clienti di acquistare solo il livello di protezione corretto; prezzi flessibili per terabyte o socket per sistemi fisici e virtuali; un’unica soluzione per sistemi Microsoft Windows, Linux e Unix.

Il nuovo Recovery Point Server (RPS), in grado di razionalizzare l’uso delle risorse, è al centro della soluzione unificata CA arcserve UDP, che combina l’autentica de-duplicazione globale lato origine, la replica integrata a livello di blocco, la crittografia AES a 256 bit e le policy di retention a cascata. Leggi tutto

Google spinge sulla crittografia: “email come cartoline postali”

04 giugno 2014 – Google ha lanciato una campagna per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sicurezze della posta elettronica. Secondo la società di Mountain View, nel mese di maggio è stato crittografato meno dell’1 per cento delle email inviate da Gmail ad account Comcast.

I dati sono migliori per quanto riguarda Outlook.com. In questo caso è stata crittografata poco più della metà delle email da e per Google. Gli utenti Outlook.com possono attivare la crittografia, ma, a differenza di Gmail (che la utilizza dal 2010), la funzionalità non è attiva di default. Leggi tutto

Symantec spinge sul BYOD con l’acquisizione di NitroDesk

30 maggio 2014 – Symantec ha siglato un accordo per l’acquisizione di NitroDesk, che realizza applicazioni per la sicurezza e la gestione dei dispositivi mobili. Le due aziende collaboravano già in precedenza e Symantec offre, tramite il proprio App Center, l’applicazione TouchDown di NitroDesk. L’app TouchDown per Android separa i dati aziendali dai dati personali su un dispositivo mobile utilizzando un “container” sicuro, secondo quanto riportato dal sito web di NitroDesk.

NitroDesk, una società di nove persone con sede a Bellevue, Washington, permetterà a Symantec di ampliare l’offerta per la gestione e la protezione dei dispositivi mobili”, ha dichiarato Travis Grandpre, direttore per la mobility di Symantec. “Le imprese nordamericane implementano prevalentemente i dispositivi iOS, ma Android, che è il punto di forza di NitroDesk, è la piattaforma principale in Europa, Medio Oriente e Africa e Asia -Pacifico”.

NitroDesk offre anche TouchDown per iOS, tuttavia questa versione ha meno funzioni rispetto a quella per Android. Apple, infatti, non consente alle applicazioni di sicurezza di funzionare sul proprio sistema operativo mobile.

NitroDesk vende il proprio software attraverso altri vendor di sicurezza mobile, con i quali “i contrati rimarranno invariati”, ha detto Grandpre. Symantec non ha rilasciato una road map per i prodotti NitroDesk, anche se prevede di integrarli più strettamente con i propri prodotti per la sicurezza mobile.

Non ci saranno cambiamenti immediati per gli attuali clienti NitroDesk”, ha specificato Grandpre. “Symantec per ora manterrà le stesse tariffe per i prodotti di NitroDesk. Touchdown continuerà a essere disponibile come parte dell’App Center di Symantec”.

Jeremy Kirk

Sicurezza criptata per il mobile

29 maggio 2014 – Secondo un recente sondaggio di Sophos condotto su più di 725 professionisti del mondo IT, l’84% delle aziende consente l’accesso dai dispositivi forniti dall’azienda ai servizi cloud-based di file sharing come Dropbox, ma il 65% di chi ha risposto non fa ricorso alla cifratura dei dati tra il cloud e i dispositivi mobili.

Il nuovo annuncio di Sophos,  Sophos Mobile Control (SMC) 4.0, va proprio a salvaguardare le aziende dai rischi evidenziati da questa indagine. Si tratta infatti della prima soluzione di Enterprise Mobile Management (EMM) che include cifratura di singoli file, Leggi tutto

Forum IT: come prepararsi alla ripresa

29 maggio 2014 – Il mercato ICT continua a risentire della non facile situazione economica. Fenomeni quali la diffusione dei Social Media, di strategie basate sulla Mobility, la crescita di Big Data, Cloud e servizi in ambito Smart Cities dimostrano che lo scenario tecnologico, negli ultimi anni, è cambiato. Anche se ci sono manager che vedono nelle nuove tecnologie un’opportunità per innovare, incrementare l’efficienza, assicurare agli utenti un’esperienza di qualità, i numeri rilevati dagli analisti e confermati dai vendor evidenziano che il settore dell’Information Technology è ancora in rallentamento. Leggi tutto

Internet Explorer 8: emerge una nuova vulnerabilità

22 maggio 2014 – Nuovi problemi per Internet Explorer. Una vecchia versione del browser avrebbe una vulnerabilità, per la quale non è ancora pronta la patch, che potrebbe consentire l’esecuzione di codice maligno. E’ il secondo problema trovato in un mese nel browser di Microsoft. La falla di sicurezza, che riguarda IE 8 ed è presente dall’ottobre del 2013, è stata scoperta dal ricercatore belga Peter Van Eeckhoutte, secondo quanto riporta una nota pubblicata ieri dal team di Zero Day Initiative (ZDI) , un programma che premia i ricercatori che si occupano della ricerca di falle nei software. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload
find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement