Sicurezza

Per Panda sono i Pup a minacciare i nostri Pc

15 settembre 2014 – Prosegue a pieno ritmo la creazione di nuovi malware. Secondo il rapporto di Panda Security relativo al secondo trimestre 2014 sono stati circa 15 milioni i codici maligni sfornati al ritmo di 160 mila ogni giorno.

Se la leadership rimane ai trojan (58,2 per cento del totale) il rapporto rileva però la forte crescita dei Pup (Potentially unwanted programs). Sono i programmi che ci troviamo sul Pc quando installiamo un altro software. Una toolbar e altro che infestano i nostri Pc e sono veicolati da altri produttori che li inseriscono nei loro prodotti.   Leggi tutto

Agli hacker piace il ransomware, blocco e riscatto dei device

12 settembre 2014 – E’ il ransomware la nuova moda del momento dei criminali informatici. Questa è l’opinione di F-Secure che nel suo nuovo rapporto, dove esamina la situazione dei primi sei mesi dell’anno, spiega che il blocco del device con relativa richiesta di riscatto piace sempre di più. Si diffone e aggredisce anche il mondo mobile.

Se ne sono accorti in Australia dove, grazie all’utilizzo di “Find my iPhone”, molti utenti in Australia si sono visti recapitare richieste di riscatto. In Russia invece un paio di giovani criminali informatici sono finiti in galera perché chiedevano cento dollari per ogni device Apple sbloccato. Leggi tutto

Tante novità nelle versione 2015 di Kaspersky

08 settembre 2014 – Kaspersky Lab ha lanciato la nuova linea prodotti per utenti privati: Kaspersky Anti-Virus 2015, Kaspersky Internet Security 2015 e Kaspersky Internet Security Multi-Device 2015.

Annunciando le nuove release Morten Lehn, Managing Director Kaspersky Lab Italia ha voluto sottolineare come il mercato in Italia risponda bene: “Qualche competitor mostra un po’ di stanchezza e noi vogliamo conquistare share. Il consumer è la nostra origine”, ha aggiunto, “ma l’enterprise rappresenta un’opportunità enorme; per esempio il settore bancario mostra molto interesse”. Leggi tutto

iCloud è sicuro, ma Apple ci mette una pezza

05 settembre 2014 – Dopo la vicenda delle foto rubate dagli account delle star di Hollywood, Apple corre ai ripari. Per smorzare il clamore di una vicenda che rischia di oscurare in parte il lancio del nuovo iPhone previsto per il 9 settembre, Apple ha deciso di introdurre alcune misure per aumentare la sicurezza di iPhone e iPad.

Nonostante abbia sempre difeso la sicurezza del suo sistema di archiviazione iCloud, tramite il CEO Tim Cook (nella foto), la società ha affermato che nel giro di un paio di settimane saranno implementate funzionalità che permettano di ricevere  e-mail e notifiche push su dispositivi mobili in occasione dell’accesso ai dati iCloud. Leggi tutto

Nasce la task force Europa-Usa contro il cybercrime

02 settembre 2014 – La Cybercrime action task force (J-Cat) è la nuova unità che Europa e Stati Uniti hanno lanciato per rafforzare ulteriormente la lotta contro la criminalità informatica. Ospitata presso il Centro criminalità informatica europea (EC3) di Europol, la J-Cat avrà il compito di coordinare le indagini internazionali e adottare misure contro le minacce del cybercrime. La struttura sarà guidata da Andy Archibald, vice direttore della National cyber crime unit della National crime agency del Regno Unito. Italia, Austria, Germania, Francia, Olanda, Spagna, oltre a Usa e Canada fanno parte della struttura, che gode anche dell’appoggio di Australia e Colombia. Leggi tutto

Per Apple è il momento di chiedersi cosa fare con iCloud

02 settembre 2014 – La vicenda delle foto rubate alle star che sembrano provenire dagli account iCloud pone qualche problema sulla sicurezza del sistema di archiviazione di Apple. Secondo quanto riferito dalla Mela, i dati sono protetti con una crittografia Aes a 128 bit, ma in casi particolari potrebbero anche essere ulteriormente protetti dall’Aes a 256 bit. Soltanto che il “buco” sarebbe il risultato di un exploit in “Find my iPHone”, l’app che ha permesso agli hacker di cercare diverse password senza essere bloccati. Una falla bloccata da Apple proprio lunedì con una patch. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload
find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement