Privacy

Google nel mirino dell’Europa, dalla privacy all’antitrust

09 settembre 2014 – Uno “spezzatino” della società, una minacia per la sovranità francese, un drago wagneriano. Decisamente non è un bel periodo per Google in Europa. La società di Page e Brin è diventata infatti il simbolo dell’invadenza americana. Memore delle rivelazioni di Snowden adesso l’Europa vuole vederci chiaro e non essere solo terra di conquista per le high tech company Usa.

Così l’antitrust ha chiesto di apportare altre modifiche all’algortimo di ricerca, un po’ come chiedere una variazione alla ricetta della Coca-Cola. Il rischio è che i regolatori spediscano al motore di ricerca una multa pesantissima perché, questa è l’opinione della UE, Google sfrutta la sua posizione dominante nella ricerca, dando un vantaggio competitivo ai suoi video di Youtube, Google Play Store e i news alert. Leggi tutto

L’Isil all’attacco dei videogiochi?

26 agosto 2014 – PlayStation Network, il servizio di Sony per i giochi online, e i server di Blizzard (l’editore di giochi come Diablo e Hearthstone) sono stati vittima di un attacco informatico che ha bloccato l’accesso ai servizi a un grande numero di clienti.

L’accesso al Playstation Network è stato gradualmente ristabilito lunedì mattina (l’attacco è avvenuto domenica), mentre più lento è stato il ripristino dei server di Blizzard. Leggi tutto

Una gang russa sottrae 1,2 miliardi di dati

06 agosto 2014 – Una banda di hacker russi avrebbe sottratto 1,2 miliardi di username e password e oltre 500 milioni di indirizzi e-mail. La notizia arriva da Hold Security, una società di Milwakee, secondo la quale sarebbero stati attaccati oltre 420mila siti in tutto il mondo.

Hold Security non ha rivelato i nomi dei siti oggetto delle attenzioni degli hacker perché potrebbero essere ancora vulnerabili. “Non sono state prese di mira solo le grandi imprese”, è scritto in un post sul blog della società . “Con centinaia di migliaia di siti colpiti in tutto il mondo, l’elenco comprende molti leader in quasi tutti i settori, così come una moltitudine di siti web di piccole dimensioni o addirittura personali”. Leggi tutto

L’effetto Snowden si abbatte sull’industria high tech

31 luglio 2014 – Le rivelazioni di Edward Snowden quanto hanno danneggiato l’industria tecnologica americana? Se lo è chiesto l’associazione no profit America Foundation che ha pubblicato un report che riassume l’impatto dei racconti della talpa sull’attività della  NSA.

Gli effetti, almeno per Amazon Web Services e Dropbox, sono stati avvertiti in fretta. Sono bastate infatti poche settimane perché gli articoli del Guardian sui legami fra l’agenzia di spionaggio federale e i big del mondo tecnologico provocassero un immediato calo delle vendite. Leggi tutto

iOS ha una backdoor? “E’ falso”, dice Apple

23 luglio 2014 – iPhone e iPad mettono a rischio i dati degli utenti a favore dello spionaggio americano? Un esperto dice che ptorebbe essere vero, mentre Apple nega con decisione.

L’accusa arriva da Jonathan Zdziarski, iOS jailbreaker ed esperto di medicina legale. Durante una conferenza Zdziarski ha avanzato l’ipotesi che la Mela potrebbe avere inserito queste funzionalità per permettere l’attività della National Security Agency.

Zdziarski non ha accusato direttamente Apple di lavorare con la NSA, ma ha sollevato il sospetto (sulla base di analisi sul software di Cupertino) che alcuni servizi possano essere stati utilizzati dalla NSA per raccogliere dati sui potenziali bersagli. “Non sto suggerendo qualche grande complotto”, ha scritto sul suo blog, “però ci sono alcuni servizi in esecuzione in iOS che non dovrebbero essere lì, che Leggi tutto

Il Garante tutela gli utenti di Google

22 luglio 2014 – Dopo la sentenza della corte europea che coinvolge Google per quanto riguarda il diritto all’oblio degli utenti, il Garante della Privacy torna a occuparsi del motore di ricerca.

Con un nuovo provvedimento fissa alcuni paletti a tutela degli utenti. Il Garante ha stabilito che il colosso di Mountain View non potrà utilizzare i loro dati a fini di profilazione se non ne avrà prima ottenuto il consenso e dovrà dichiarare esplicitamente di svolgere questa attività a fini commerciali. Leggi tutto

Resource Center

  • Drop test ottimizzati con Dell, Intel e Altair

    Dell, Intel e Altair hanno collaborato all'analisi di una soluzione virtuale di drop test, che assicura aumenti comprovati di velocità e accuratezza

    Intel dell AltairDownload
  • “Scaricare” i server per abbattere i costi

    L’infrastruttura web deve essere in grado di scalare? Sì, ma attenzione a non ingigantire i costi. L’uso degli ADC è una strada economicamente praticabile

    server data centerDownload
  • Le domande da porre ai propri service provider

    Cosa chiedere al proprio fornitore di servizi ICT per ottenere una prestazione allineata ai propri reali bisogni e agli obiettivi aziendali

    Dimension-data-wp-3-tough-questionsDownload
  • EVault alla ricerca di nuovi partner

    Nata nel 1997 per offrire backup e ripristino nella cloud, la società del gruppo Seagate, oggi leader in questo mercato, offre tre interessanti white paper

    EvaultDownload
  • Archiviazione su cloud – problematiche e benefici

    L’archiviazione e il backup sul cloud sono servizi leggermente diversi, ma entrambi consentono agli utenti di ottenere uno spazio di archiviazione scalabile

    Evault-cloudDownload
  • 12 Best Practice per il backup e il ripristino dei dati

    Due pagine di consigli e analisi per non farsi mai trovare impreparati o gettare denaro al vento

    Evault-best-practiceDownload
  • EVault: i partner al centro di tutto

    Se desiderate ampliare la vostra offerta di servizi con backup e ripristino nella cloud e costruire un flusso di entrate costanti, EVault, società di Seagate, è il vostro partner ideale

    Evault-partnerDownload
  • BYOD e sicurezza: nuove sfide per l’impresa

    Il BYOD evolve alla versione 2.0, mentre le sfide per il controllo di identità e accessi sono sempre più dure. Le risposte di F5 Networks in due white paper pronti da scaricare

    BYOD20Download
  • BYOD 2.0: non solo dispositivi

    Il concetto del BYOD (Bring Your Own Device) ha rapidamente trasformato l’IT, offrendo un modo rivoluzionario per sostenere le persone che lavorano in mobilità

    BYOD20Download
  • Identità garantita e accesso sicuro grazie a SAML

    SAML è uno standard basato su XML in grado di fornire le informazioni di identità necessarie per implementare una soluzione di single sign-on enterprise

    SAMLDownload
find std testing clinics @ localstdtest.net
© Play Lifestyle Media 2013 - Partita IVA: 02006400036
Advertisement