Scegliere oggi un fornitore di cloud storage per esigenze personali o professionali significa entrare in un mondo di offerte, servizi e piani gratuiti o a pagamento nel quale è difficile perdersi. Le aziende che offrono questo tipo di servizi sono infatti moltissime e proprio per questo abbiamo deciso di citare in questo articolo le dieci principali, in modo da restringere il più possibile il campo di ricerca.

Non parliamo solo del cloud storage tradizionale, ma anche di offerte relative al backup online, al cloud object storage e al cloud cold storage, con un occhio di riguardo ai piani business ed enterprise che accomunano quasi tutte le aziende citate.

Amazon

L’offerta cloud storage di Amazon è molto variegata e comprende sia piani per utenti consumer, sia servizi per aziende di qualsiasi dimensione. Si va infatti da Amazon Drive, soluzione di cloud storage di stampo consumer che prevede anche un piano di archiviazione illimitata, fino al macrocosmo rappresentato da Amazon Web Services (AWS). Qui troviamo prodotti e soluzioni come Amazon S3, Amazon Glacier, Amazon Snowball Edge, Amazon EBS, Amazon Storage Gateway, Amazon Elastic File System e Amazon Snowmobile.

Apple

ICloud Drive di Apple permette di archiviare file e documenti sulla nuvola e di condividerli tra iPhone, iPad, PC Windows e Mac. ICloud Drive, sebbene possa tornare utile per realtà come piccoli uffici o professionisti, non viene solitamente considerato un servizio di cloud storage di stampo aziendale, anche perché il piano più costoso prevede un massimo di 2 TB di storage e non sono disponibili opzioni per spazio illimitato o funzioni di sicurezza, gestione e collaborazione avanzata che si trovano in altri servizi.

Aruba

Cloud.it di Aruba è una suite di prodotti che include anche due servizi di storage. Cloud Backup offre la gestione e il mantenimento dei backup nel rispetto delle proprie politiche di disaster recovery. Cloud Object Storage, disponibile anche in versione Business per i clienti che hanno necessità di una grande quantità di spazio, è invece una soluzione basata sul modello IaaS che consente di creare e gestire degli spazi di storage in cui poter memorizzare tutti i propri dati.

Box

I servizi di cloud storage di Box sono molto apprezzati per i loro strumenti di collaborazione e anche in questo caso troviamo due tipi di piani ben distinti. Quelli Personal e Personal Pro (fino a 100 GB) offrono già diverse feature di sicurezza, gestione e integrazione (Office 365, Google Apps), mentre per le aziende sono disponibili i piani Starter, Business ed Enterprise, con gli ultimi due che offrono anche storage illimitato.

Dropbox

Dropbox offre quattro piani per il cloud storage, compreso quello Basic gratuito da 2 GB per un’utenza consumer. Le altre tre opzioni sono a pagamento e si suddividono tra gli abbonamenti Pro, Business ed Enterprise, ognuno con offerte, funzioni e caratteristiche a seconda dell’utenza di riferimento e con la possibilità di ottenere storage illimitato.

cnet_cloud_storage_roundup

Google

Anche Google mette a disposizione diversi piani di cloud storage a seconda del tipo di utenza. Google Drive offre diverse opzioni di cloud storage di stampo consumer, mentre G Suite è una suite professionale per ufficio disponibile nei piani Basic e Business. Google Cloud Platform è invece un’infrastruttura scalabile che permette agli sviluppatori di costruire, testare e distribuire applicazioni. All’interno di essa troviamo anche una sezione di cloud storage di stampo enterprise che offre quattro tipi di prodotti: Multi-regional, Regional, Nearline e Coldline.

Livedrive

Livedrive offre piani per il backup online e il cloud storage con anche funzioni di web sharing, cloud collaboration e cloud sync. Sono disponibili sia tre piani “individuali” per un’utenza consumer con anche l’opzione di storage illimitato, sia due piani per le aziende (Express e Standard). Tutti i piani sono a pagamento e non esiste un’opzione gratuita.

MediaFire

MediaFire, attraverso la registrazione di un account Basic del tutto gratuito, offre 10 GB di spazio gratis da utilizzare. Se invece si vuole di più in termini di spazio e funzioni, sono disponibili a pagamento sia il piano Pro fino a 1 TB, sia quello Business fino a 100 TB, che in più offre diverse feature a livello di sicurezza, condivisione, collaborazione e supporto.

Microsoft

L’offerta di Microsoft OneDrive è fortemente legata a Office 365. Se infatti il piano Base offre solo cloud storage, quello di stampo Home/Personal include sia l’archiviazione online, sia le principali applicazioni di Office. Anche l’offerta OneDrive Business, con i suoi quattro piani a pagamento, è legata a Office 365 e lo stesso dicasi per le tre offerte di Office 365 Enterprise. Passando invece al macrocosmo di Azure, a livello di cloud storage Microsoft offre i servizi Archiviazione, Data Lake Store, Backup, StorSimple e Site Recovery.

OpenDrive

Il cloud storage offerto da OpenDrive si divide tra piani Personali e piani Business, entrambi con la possibilità di avere storage illimitato ed entrambi con tre opzioni a disposizione. Nel piano Personale è compresa anche un’opzione gratuita da 5GB, mentre tutte le altre opzioni sono a pagamento ed è possibile estendere i piani fino a un massimo di 1000 utenti (999 per il piano Personale Custom).

WHITEPAPER GRATUITI