11 aprile 2012 – L’adozione del cloud computing nelle medie e grandi aziende italiane è in aumento, e i Chief Financial Officer (CFO) eserciteranno sempre maggiore influenza nella scelta e nell’acquisizione dei servizi IT. E’ quanto emerge dall’indagine condotta dalla società di ricerche di mercato indipendente Vanson Bourne per conto di Google. Lo studio è stato realizzato tra novembre e dicembre 2011, intervistando 460 responsabili finanziari di aziende con più di 500 dipendenti in Italia, Francia, Gran Bretagna e Spagna, oltre a una trentina di intervistati in Svezia e Olanda. Il campione italiano era composto da cento intervistati.

La ricerca evidenzia la percezione di una crescente importanza dell’IT quale leva del business in relazione, specificatamente, alla diffusione del cloud computing. Oltre la metà (52%) dei responsabili finanziari ritiene che il cloud computing sia in grado di migliorare il contributo della funzione IT alla strategia aziendale. Una percentuale simile di CFO (55%) crede che il cloud computing possa aumentare la capacità di innovazione dei dipartimenti IT.

L’indagine mostra anche la popolarità crescente del cloud computing presso le grandi imprese italiane, con il 77% degli intervistati che ha dichiarato che la loro azienda ha già implementato servizi cloud o progetta di farlo. Quasi la totalità degli intervistati (99%) ha dichiarato che il cloud computing sarà importante per il successo delle loro aziende nei prossimi 12-18 mesi. Una rilevante maggioranza (87%) ritiene che il cloud computing offra benefici quantificabili alle loro aziende, quali riduzione dei costi di manutenzione dell’IT (46%), diminuzione dei costi IT (38%) e di gestione (34%) e miglioramento nell’efficienza dei processi (29%). Gli intervistati sono inoltre in maggioranza convinti (53% del campione) che il cloud computing offra maggiori vantaggi al business rispetto all’outsourcing tradizionale.

“Fino a oggi, l’adozione delle tecnologie cloud nelle aziende è stata per la maggior parte dei casi guidata dalla funzione IT”, ha commentato Luca Giuratrabocchetta, Country Manager di Google Enterprise Italia. Ora, però, le cose stanno cambiando e sempre più spesso ci troviamo a discutere con CFO, COO (Chief Operating Officer) e CEO ed è facile intuire il perché. I vantaggi del cloud computing vanno oltre l’ovvio risparmio sui costi del software e della manutenzione. Il ruolo strategico che può ricoprire all’interno dell’organizzazione in termini di volano per l’innovazione e il miglioramento della produttività sta rendendo il cloud computing un’opzione sempre più attraente per le aziende che vogliono rimanere competitive e agili”.

La ricerca completa, con i risultati per tutti i Paesi, è disponibile in lingua inglese.