traffico web da mobile

Il traffico web da smartphone rappresenterà il 43% di tutto il traffico web il prossimo anno e raggiungerà il 52% a livello globale nel 2019, secondo la società di ricerca Forrester. Le implicazioni di tale crescita nel web mobile sono profonde, soprattutto per le aziende online che cercano di raggiungere efficacemente i propri clienti e partner.

Nel nuovo report “Mobile is the face of digital”, Forrester suggerisce che questo uso massiccio di dispositivi mobili, anziché sistemi desktop, dovrebbe spingere le imprese ad avviare un radicale cambiamento nel proprio team interno di sviluppatori.

A partire dal prossimo anno, ci sarà anche un focus importanti sui nuovi modi, oltre alle app, con cui gli utenti mobili si connetteranno alle imprese. Già attualmente alcune transazioni e comunicazioni consumer verso le aziende tramite dispositivo mobile vengono effettuate con software di terze parti, come Facebook Messenger, Amazon Alexa, iMessage o Siri di Apple.

Fondamentalmente, le aziende sono diventate più orientate verso il commercio con il mobile e hanno superato la fase in cui il mobile è solo un progetto o un supporto”, ha spiegato Julie Ask, analista di Forrester e co-autore del report. “Adesso il mobile è davvero importante per il business, e le aziende si stanno rendendo conto che hanno bisogno di più controllo”.

Secondo Forrester dal prossimo anno le aziende dovranno assumere più sviluppatori mobili, e l’organico delle aziende Fortune 100 “raggiungerà facilmente le centinaia di sviluppatori”. Saranno richiesti anche altri profili professionali, come responsabili di prodotto, analisti di dati e designer. Forrester prevede che le aziende avranno bisogno di aumentare il loro personale dedicato al mobile anche per allontanarsi “da progetti completamente in outsourcing”.

Dopo che Apple ha introdotto l’App Store nel 2008, per tenere il passo molte imprese hanno dovuto esternalizzare i loro progetti mobile affidandoli a terzi, ma ora che mobile è centrale per il business, le grandi aziende stanno tornando a competenze interne.

Forrester ha rilevato che la maggiore attenzione sul mobile non significa progettare per un solo canale. Nei prossimi mesi le aziende dovranno concentrarsi anche nel rendere l’esperienza web più vicina a quella delle app attraverso l’HTTP / 2, uno standard aggiornato per la trasmissione di pagine e applicazioni web su Internet. Per esempio, gli sviluppatori saranno in grado di costruire applicazioni di chat cross-piattaforma che funzionano anche offline.

Definiamo questo trend ‘app-plus’. Le aziende dovranno comunque avere un’app, ma anche un portafoglio di servizi mobili, come per esempio una presenza su Facebook Messenger o in varie chatbot”, ha sottolineato Ask.

Come prevedibile, Forrester si aspetta che molte aziende non seguano questo trend, e scelgano di non “investire abbastanza o pensare in modo strategico”. Ma, secondo gli analisti, si troveranno a pagarne le conseguenze.

 

AUTOREMatt Hamblen
FONTEComputerworld
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI